Pannello Utente

Username
Password
Resta collegato
Password smarrita

Calendario Eventi

Rubriche

Serbia autunno 2017, intervista a Giuseppe Fabbricotti.
28 dic 2017 alle ore 12.56
Da poco concluse le prove di Grande Cerca e Caccia A Starne autunnali della tournée Serba 2017. Abbiamo intervistato per il sito passionesetteringlese.it il giudice internazionele Giuseppe Fabbricotti sull'andamento generale della manifestazione.

"I terreni e le starne della Serbia quali caratteristiche evidenziano in maniera particolare?"


"Innanzitutto la quantità di selvaggina presente che la Serbia offre in maniera molto evidente, in secondo luogo i terreni particolarmente ampi e idonei, grazie anche ad una agricoltura poco intensiva".

"Alla luce delle Sue esperienze sulla selvaggina di Serbia, come valuti la salute della razza del setter inglese?"


"Nel ciclo di prove che ho giudicato nell’ultima trasferta mi sento di poter dire che la razza goda di buona salute e di ottime prospettive per il futuro".

"Pensa che l’attuale sistema di selezione garantisca la conservazione e lo sviluppo delle doti fondamentali del setter inglese?"


"Io penso che l’allevamento del setter inglese attualmente in Italia sia , come confermato negli anni, al top a livello europeo, grazie al lavoro degli allevatori e di chi li conduce nelle prove e nella caccia".

"Come vede il rapporto tra la conservazione delle doti venatorie e delle doti spettacolari?"


"Indubbiamente se oggi il setter inglese è la razza più utilizzata per la caccia , è la conseguenza di una accurata selezione che tende ad evidenziare le doti venatorie nella loro massima spettacolarità".

"Qual è il setter che indicherebbe come prototipo in questa tournée)?"


"Diciamo che ho avuta la fortuna di giudicare diversi “prototipi” in questa ultima tournée , e quindi non mi sento di poterne sceglierne uno in particolare, tutto ciò a conferma di quanto detto in precedenza".

"In un setter nella valutazione della qualità predilige gli atteggiamenti psichici nel contatto con la selvaggina o la correttezza della traslazione?"


"È bene precisare che si tratta di due valutazioni diverse durante il turno di prova , ma che si completano per il giudizio definitivo".

"Pensa che il dressaggio così come imposto oggi dalle noti del concorso faciliti la selezione?"


"Non mi vorrei ripetere ma alla luce dei risultati ottenuti in campo internazionale evidenziano palesemente che i metodi e le capacità dei nostri dresseur vanno nella giusta direzione".

"Quali caratteristiche considera fortemente negative per il futuro della razza?"


"Io penso che, essendo il setter inglese l’ausialire piu utilizzato nella caccia , è innegabile che molti trascurino quelle che sono le peculiarità di questa splendida razza".

"Leggendo le classifiche, si nota una grande generosità di risultati, tanto per le massime qualifiche, quanto per gli eccellenti. E’ veramente così rispondente alla qualità dei cani?"


"Evidentemente se ci sono tanti risultati e qualifiche importanti è dovuta al fatto che la qualità dei soggetti presentati è notevolmente elevata, essendo terreni a volte con grosse difficoltà di interpretazione".

"Che cosa suggerisce agli allevatori del setter inglese per elevare ulteriormente il livello della razza?"


"Visto il livello raggiunto in questi anni, mi sento di poter dire loro soltanto di continuare su questa strada".

"Signor Fabbricotti La ringrazio per l'intervista concessa"

Foto copertina: Giuseppe Fabbricotti

                                                                  Servizio di Giuseppe Renella

A cura di Redazione Sito
  • img273.jpg
  • SPOT.jpg
  • Bracconando.it - Montenegro